MARINA DI STINTINO   Regolamento

 

 


Art. 1 - Premessa

MARINA DI STINTINO SOCIETA’ CONSORTILE A.R.L. con sede legale in Stintino alla Via Scirocco n.1 C.F. e P.I. 02058560901, Giusta determinazione n°57 del 20/06/2012 ha avuto in affidamento dall’Amministrazione Comunale di Stintino il compendio portuale denominato “Marina di Stintino o Porto Nuovo” sino al 31/12/2015.
    
Art. 2 - Oggetto del Regolamento

 



Il presente Regolamento stabilisce le norme per l’esercizio e l’uso della Marina di Stintino.

Art. 3 - Rispetto del Regolamento



 

La Marina di Stintino mette a disposizione le attrezzature di ormeggio (pontili, forniture elettriche ed idriche ove consentito, servizi tecnici portuali, assistenza all’ormeggio ed al disormeggio, etc.) e l’Utente, oltre ad accettarle e gradirle come viste, garantisce di usarle come viste, esclusivamente per la propria imbarcazione o natante nei modi e tempi indicati nel presente contratto che l’Utente dichiara di conoscere ed accettare, nonché in base alle indicazioni degli addetti alla Marina di Stintino.
L’Utente dichiara di aver preso visione del Regolamento Interno del Porto di Stintino e di accettarlo ed approvarlo in tutte le sue parti senza nessuna esclusione, condizione e riserva.

I medesimi sono parimenti tenuti all’osservanza della normativa in materia doganale, di polizia, di igiene e di tutela dell’ambiente, nonché a qualunque altra norma comunque applicabile.
Il Regolamento vincola tutti coloro che a qualsiasi titolo utilizzano ormeggi, banchine, beni e infrastrutture ricadenti negli ambiti demaniali marittimi sopra indicati o che prestino la loro opera nell’ambito portuale.

Art. 4 - Direzione della Marina



 

La gestione dell’approdo è curata da un Responsabile, avente la propria sede all’interno dell’approdo stesso, coadiuvato da personale dipendente dalla Marina di Stintino.


Ferme restando le attribuzioni dell’Autorità Marittima in materia di sicurezza, la Società ha il compito di vigilare affinché nell’ambito di approdo siano rispettate le norme del presente Regolamento.
La gestione degli specchi acquei in affidamento ed ogni macchinario, attrezzatura o servizio in banchina sono di pertinenza della Marina di Stintino.

Art. 5 - Servizi portuali



 

La Società fornisce alle unità da diporto i seguenti servizi:


a) Assistenza all’ormeggio e al disormeggio;


b) Pulizia dello specchio acqueo portuale e delle banchine affidate;


c) Manutenzione ordinaria degli impianti, arredi ed opere affidate;


d) Servizio VHF sul canale 09;
e) Accoglienza in Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo;
f) Stazione per aspirazione acque nere sottovuoto e sentina;
g) Supporto tecnico Off-shore;
h) Servizio Navetta
;

i) Fornitura di acqua potabile;

j) Noleggio Auto, Moto, Bici
k) Noleggio Imbarcazioni

l) Fornitura di energia elettrica;


m) Servizio wi-fi;


n) Scalo di alaggio per piccole imbarcazioni;


o) Videosorveglianza;
p) Illuminazione banchina;
q) Vigilanza;
r) Servizio Antincendio;
s) Meteo;
t) Servizi igienici e docce;
u) Parcheggio auto;
v) Isola ecologica per la raccolta dei rifiuti;
w) Bar con vendita di ghiaccio;
x) Servizio di lavanderia con ritiro alla marina;
y) Fioraio;
z) Charter;

Il Marina di Stintino non risponderà per la mancata o inadeguata erogazione dell’energia elettrica quando la causa sia imputabile a malfunzionamenti degli impianti Enel.
L’uso dell’acqua è consentito per il tempo strettamente necessario al rifornimento dei serbatoi e per il lavaggio dell’imbarcazione, usando esclusivamente prodotti biodegradabili.
Il Marina di Stintino non risponderà per la mancata erogazione dell’acqua per cause imputabili a siccità o malfunzionamento degli impianti.

Art. 6 - Posti di ormeggio

 



Le unità dovranno ormeggiarsi negli spazi assegnati secondo le indicazioni del personale della Marina.
L’Utente riconosce alla Marina di Stintino la facoltà di disporre temporaneamente del posto barca assegnatogli, tutte le volte che lo stesso non lo utilizzi per qualsiasi motivo.

In nessun caso l’Utente potrà cedere a terzi il posto barca o chiedere rimborsi per il periodo di mancato utilizzo.
L’Utente è obbligato a richiedere alla Marina di Stintino  apposita autorizzazione per poter varare e/o alare la propria imbarcazione.

L’Utente che rimessa per l’inverno la propria imbarcazione o chiede l’esecuzione di alaggio, varo o lavori a terra assicura che la stessa è stata messa in condizioni di disarmo e sicurezza, asportandone ogni oggetto che possa esser sottratto.
Il posto barca assegnato non può essere dall’Utente alienato, locato o comunque ceduto a terzi, a nessun titolo.

L’Utente responsabile di tale inadempienza decadrà immediatamente dal godimento del posto barca medesimo, con addebito per i danni a persone o cose, causati a seguito di tale comportamento.
È vietato, salvi casi di forza maggiore, dare fondo alle ancore. L’Utente deve utilizzare esclusivamente le attrezzature di ormeggio ed è responsabile di qualsiasi danno arrecato alle stesse.

L’Utente è inoltre responsabile delle cime di ormeggio a mare ed in banchina.
Ogni utente è responsabile dell’ormeggio della propria unità; le unità da diporto dovranno essere perfettamente armate ed equipaggiate durante tutto il periodo della permanenza in Porto; il personale di equipaggio dovrà essere costantemente reperibile e pronto alla partenza.
I posti di ormeggio, sono assegnati ad unità da diporto suddivise in diverse categorie a seconda della loro lunghezza e larghezza e per la durata di uno o più giorni.
Le unità da diporto non potranno occupare spazi acquei posti al di fuori dei limiti della concessione.
Tutte le unità che utilizzano l’approdo devono essere in perfetta efficienza sotto il profilo della navigabilità e della sicurezza in modo da non costituire pericolo per sé e per le unità vicine.
La Direzione del Porto potrà in ogni caso a proprio insindacabile giudizio decidere lo spostamento delle unità qualora lo ritenesse necessario.

Art. 7 - Destinazione degli ormeggi

 



Le unità da diporto che intendono ormeggiare presso la Marina dovranno effettuare una regolare prenotazione utilizzando gli appositi moduli.


I responsabili dell’unità hanno l’obbligo di presentarsi presso gli uffici della Società muniti dei documenti dell’unità entro un’ora dall’arrivo e comunque entro le ore 19 al fine di espletare le formalità di arrivo ed ottenere il godimento dei servizi portuali richiesti, previa sottoscrizione di domanda e pagamento dei corrispettivi.
 La Direzione provvederà alla registrazione delle unità.

Art. 8 - Orari e movimentazione dell’unità

a) La Direzione potrà disporre in ogni momento il movimento e lo spostamento di una o più unità a proprio insindacabile giudizio. Il Comandante dell’unità dovrà fornire immediata collaborazione eseguendo le disposizioni impartite dalla Direzione.


b) Orari di arrivi: è consentito l'arrivo tutti i giorni dalle ore 06.00 alle ore 20.00, per arrivi oltre l'orario massimo indicato inoltrare richiesta alla Marina per eventuale autorizzazione.
c) Tutte le manovre eseguite all’interno dello specchio acqueo, in affidamento al Marina di Stintino, dovranno essere effettuate nella piena osservanza delle disposizioni marittime e del Regolamento di gestione del Porto Marina di Stintino.
d) L’Utente è obbligato ad informare la Marina di Stintino di tutte le assenze dal porto della propria imbarcazione per periodi superiori alle 24h o per rientri successivi  le 21.00 dello stesso giorno.
e) Soste temporanee: E’ consentita, previa disponibilità degli spazi e approvazione della direzione, la sosta temporanea sul pontile galleggiante (parte esterna), a fronte della quale sarà applicata la relativa tariffa. 

Art. 9 - Traffico marittimo



 

Le unità in navigazione nell’ambito portuale dovranno attenersi alle disposizioni riportate sul vigente Regolamento di Sicurezza Portuale emanato dalla Autorità Marittima mantenendo una velocità non superiore ai tre nodi; comunque la loro conduzione deve essere compatibile con le misure di prudenza e di sicurezza atte a prevenire situazioni di pericolo o di danno a terzi ed alle opere portuali.

Art. 10 - Servizi portuali



 

Nessun servizio può essere effettuato da personale esterno sulle unità da diporto nelle aree in concessione, senza la preventiva autorizzazione della Direzione del Porto.

Art. 11 - Antinquinamento e Antincendio



Nel caso sciagurato di versamento di idrocarburi in mare o sui pontili, il responsabile del fatto deve prendere tutti i provvedimenti più opportuni atti a contenere e limitare il danno e deve avvisare immediatamente gli addetti della Marina di Stintino.
È vietato lo svuotamento di liquidi inquinanti, di detriti, di rifiuti e di oggetti di qualsiasi genere nell’ambito sia dello specchio acqueo, sia dei pontili, nonché sulle banchine.
In caso di principio di incendio a bordo di un’imbarcazione, sia l’equipaggio della stessa e sia quello delle imbarcazioni vicine, devono fare quanto possibile contro le fiamme avvisando, nel contempo, le competenti autorità.
Le spese relative agli interventi in conseguenza di incendio, oltre all’eventuale risarcimento dei danni arrecati a terzi ed agli arredi ed opere dei pontili, sono a totale carico dell’Utente responsabile.
Prima della messa in moto dei motori a benzina si deve provvedere all’aerazione del vano motore.
I compartimenti di bordo contenenti bombole di gas liquido devono essere adeguatamente areati.
I generatori elettrici potranno essere tenuti in funzione solo durante le ore diurne, e sempre che gli stessi causino basse emissioni acustiche e di fumi.

Il personale della Marina potrà, in ogni momento richiedere lo spegnimento dei generatori.

Art. 12 - Responsabilità civile e rischi incendio

L’Utente assume espressamente l’obbligo della cura del posto barca assegnato e del rispetto delle “Norme per l’utilizzo del posto barca in ormeggio” e del “Regolamento di Gestione della Marina di Stintino” .
L’Utente dichiara che l’imbarcazione è coperta da polizza assicurativa per la responsabilità civile verso terzi, ivi compresi gli eventuali danni causati ad altre imbarcazioni, alle attrezzature ed agli impianti dell’approdo.
La Marina di Stintino non è responsabile dei danni causati da terzi verso coloro che utilizzano i posti di ormeggio.

Il Marina di Stintino non assume alcun obbligo di custodia dell’imbarcazione o natante e non risponde di eventuali furti sottrazioni o smarrimenti di oggetti o valori a danno dell’Utente.
L’Utente è responsabile della sicurezza della propria imbarcazione e del modo in cui essa è ormeggiata.
È fatto obbligo all’Utente di proteggere la propria imbarcazione con adeguati e sufficienti parabordi, con molloni di acciaio inox e cime di ormeggio.
Tutte le unità che ormeggiano devono essere in perfetta efficienza per garantire la sicurezza dello stazionamento, nonché essere in regola con le prescrizioni emanate dalle competenti autorità.

Al riguardo è esclusa ogni responsabilità della Marina di Stintino e dei suoi incaricati.
L’Utente che lascia la propria imbarcazione nel posto di ormeggio assegnato, deve assicurarsi che le cime di trattenuta siano in ottime condizioni ed adeguati all’uso.

Eventuali danni ricadranno esclusivamente sull’Utente e non potranno essere addebitati alla Marina di Stintino.
A richiesta della Direzione, l’Utente deve esibire la polizza di assicurazione e il libretto della sua unità.

Art. 13 - Divieti



 

Fermi restando i divieti di legge riportati sul Regolamento Portuale emanato dall’Autorità Marittima e quanto previsto dal Codice della Navigazione, in tutto l’ambito della concessione è vietato:

Impiegare sommozzatori che non siano autorizzati dalla Direzione sia per eventuali lavori e sia per interventi occasionali quali recupero di oggetti sul fondo marino, cime nell’elica, ecc.;


Usare segnali acustici salvo che per motivi di sicurezza;


Tenere qualunque comportamento che possa disturbare la quiete altrui (radio e/o televisione e/o giradischi ad alto volume, schiamazzi, ecc.).

Art. 14 - Sanzioni



I servizi effettuati dalla Marina di Stintino sono condizionati all’affidamento di cui in premessa e, in caso di revoca o sospensione per qualsiasi motivo dello stesso, il presente contratto sarà risolto senza che le parti nulla abbiano da pretendere reciprocamente.
Ogni infrazione alle norme stabilite dal presente Regolamento che causi danni a terzi, alle unità ormeggiate, ed alle cose ed impianti in genere, crea una immediata obbligazione di risarcimento da parte del responsabile.
Foro competente per le controversie è quello di Sassari.



 

 

 



SOCIETA' CONSORTILE MARINA DI STINTINO | VIA SCIROCCO, 1 | STINTINO (SS) | P.I. 02058560901 | TEL. +39 079523180 +39 3347404583 | marinadistintino@gmail.com